VETEMENT ALLAITEMENT MATERNITE GROSSESSE

IL RITMO DEGLI ALIMENTI

IL RITMO DELLE ALIMENTAZIONI

Fonte: Carole Hervé - Consulente in allattamento certificata IBCLC



Vi state chiedendo quando, quanto spesso e per quanto tempo allattare il vostro bambino?

Alla nascita, ai bambini allattati con il biberon viene spesso imposto un ritmo per evitare di sovraccaricare lo stomaco e danneggiare la digestione.

Alcuni danno per scontato che anche i bambini allattati al seno siano ritmati. Tuttavia, i bambini allattati al seno non funzionano allo stesso modo. Perché? Perché la produzione di latte inizia gradualmente. Che il latte venga prodotto in quantità e qualità sufficienti in base alle esigenze personali del bambino e in modo personalizzato.

Molte madri si chiedono se il loro bambino allattato al seno abbia mangiato abbastanza. È difficile valutare cosa beve il bambino quando il seno non è graduato! Un operatore sanitario, ad esempio, verificherà se il bambino sta aumentando di peso regolarmente e traccerà il peso sulla curva di riferimento dell'OMS per i bambini allattati al seno. Da parte vostra, dovreste prestare attenzione ai pannolini del vostro bambino. Un bambino che riceve una quantità sufficiente di latte dovrebbe avere pannolini pesanti con feci e urine.

Inoltre, se si possono osservare differenze da un bambino all'altro, da un allattamento all'altro, anche all'interno dello stesso fratellino, alcuni comportamenti sono comuni a molti bambini

Estratto dagli atti del Congresso LLL 2005 - I ritmi del bambino.

A che ritmo un bambino succhia?

Nelle prime settimane, il bambino si nutre in media da 8 a 12 volte nelle 24 ore. Possiamo quindi stimare una poppata ogni 2-3 ore nelle prime settimane di vita del bambino.

Si tratta di una media, che può essere superiore o inferiore. Gli orari di alimentazione possono essere irregolari nell'arco della giornata, da un bambino all'altro e da un giorno all'altro. Soprattutto nei primi giorni di vita del bambino.

Non bisogna dimenticare che fino ad allora il bambino veniva nutrito nel grembo della madre, e questo per tutto il giorno. Quindi, naturalmente, una volta nato, il bambino deve trovare il proprio ritmo.

In genere, quando il bambino nasce, succhia per la prima volta entro 6 ore dalla nascita.

Poi il bambino di solito si addormenta. Si noti che un neonato può prendersi il suo tempo molto bene quando è solo assonnato. Non è quindi necessario aspettare che il bambino sia sveglio, si lamenti o pianga prima di offrirgli il seno. È buona norma far allattare il bambino almeno 2 o 3 volte nelle prime 24 ore.



Quanto tempo passa tra una poppata e l'altra?

Lo svuotamento gastrico del latte materno è così rapido che il bambino può succhiare senza difficoltà solo venti minuti dopo la fine della poppata. Non c'è quindi motivo di prendere tempo per un bambino allattato al seno come per un bambino che riceve latte artificiale. Lo svuotamento gastrico di quest'ultimo è molto più lento: circa 3 o 4 ore.



Quanto dura un'alimentazione?

È impossibile indicare una durata specifica della poppata, perché dipende dal flusso del latte e soprattutto dalla qualità della suzione del bambino.

Alcuni bambini succhiano in 5 minuti, altri impiegano da 30 a 40 minuti o anche di più. Basarsi sulla durata del mangime per valutarlo è quindi un falso parametro di riferimento.

È inoltre evidente che la durata della poppata varia da un bambino all'altro e persino da una poppata all'altra.

Quando si inizia ad allattare può sembrare un periodo lungo e sembra che il bambino stia al seno tutto il giorno. Tuttavia, questo periodo di apprendimento è essenziale per garantire che l'allattamento sia calibrato correttamente e che il bambino abbia tutte le possibilità di acquisire rapidamente forza e di succhiare efficacemente. Durante queste prime fasi, prestate attenzione al ritmo di suzione e deglutizione, che dimostra che il bambino riceve il latte quando succhia.

Si noti che anche molti bambini allattati con il biberon impiegano molto tempo per mangiare.

Man mano che il bambino cresce, sarà più energico e succhierà in modo più attivo ed efficiente. I tempi di alimentazione saranno quindi più brevi.



COME VERIFICARE CHE IL BAMBINO STIA SUCCHIANDO ATTIVAMENTE?

Quando il bambino è al seno, assicuratevi che il suo movimento di suzione sia ampio e lento e che si senta una deglutizione regolare. A quel punto si staccherà naturalmente dal seno e riempirà rapidamente un pannolino.

Per precauzione, la maggior parte delle madri offre al bambino il secondo seno, che lo succhi o meno, a seconda dell'appetito.

COME CAPIRE SE IL BAMBINO HA FAME?

Ecco alcuni segnali che possono aiutarvi a capire che il vostro bambino ha fame. Questi sono i primi segnali che compaiono molto prima che il bambino inizi a piangere. È quindi bene dare il seno non appena compaiono questi primi segnali e non aspettare che pianga (in tal caso sarà più difficile per lui attaccarsi correttamente).

Il suo respiro cambia
Muove gli occhi, la bocca e il viso anche a palpebre chiuse.
Muove le braccia e le gambe, si stira, porta le mani alla bocca e al viso.
Fa dei movimenti di suzione con la bocca




Giorni di picco

Come avrete notato, il vostro bambino tende a essere più esigente in certi giorni. Spesso si sente dire che è in una fase di "crescita". Tuttavia, in questi giorni non notiamo che cresce, ingrassa o beve più latte. Che cosa sta succedendo allora? Sta raggiungendo una pietra miliare nel suo sviluppo neurologico (ad esempio, inizia a sorridere con maggiore attenzione) e ha bisogno di trovare nuovi punti di riferimento. Torna alla sua base, per così dire, il seno e le braccia per superare questa fase.